• Osirc

AL VIA LA PRIMA EMISSIONE DI BOND PER FINANZIARE IL NEXT GENERATION

La commissione europea ha finora raccolto 20 miliardi di euro grazie ad un’obbligazione decennale con scadenza il 4 luglio 2031, la transazione istituzionale a tranche unica più grande e dell’importo più alto in un’unica soluzione.

«La domanda è stato superiore di sette volte l’offerta, siamo riusciti a ottenere tassi inferiori allo 0,1% – ha spiegato Ursula von der Leyen. – In quanto Unione forte, stiamo raccogliendo fondi sui mercati insieme e investendo in una ripresa comune da questa crisi. E’ un investimento nel nostro mercato unico. E ancora più importante è un investimento nel futuro delle prossime generazioni europee mentre affrontano le sfide della digitalizzazione e del cambiamento climatico. Il denaro può ora iniziare a fluire per aiutare a rimodellare il nostro continente, per costruire un’Europa più verde, più digitale e più resiliente. Ora visiterò tutti gli Stati membri, per vedere l’impatto di Next Generation Eu sul campo».


Sono state però escluse alcune banche dalle emissione obbligazionarie del Recovery Fund poiché in passato non hanno rispettato le norme antitrust.

La Commissione Europea ha annunciato che entro l’anno saranno raccolti 100 miliardi di euro in bond e EU-bills.


6 visualizzazioni0 commenti