top of page
  • Immagine del redattoreOsirc

OMS LANCIA L’ALLARME: POSSIBILE QUARTA ONDATA IN AUTUNNO


Nonostante i vaccini e le misure cautelari per contrastare il contagio da Covid-19, l’OMS ha lanciato un allarme per una possibile quarta ondata in autunno. L’esempio ne è la Gran Bretagna, dove si è registrato un picco di 26 mila contagi, mai così tanti da gennaio.

Nell’ultima settimana sono aumentati i casi del 10% anche a causa dell’aumento dei viaggi e dell’allentamento delle restrizioni.

Il direttore generale dell’OMS per l’Europa ha dichiarato che sono in particolare tre i fattori che coesistono: nuove varianti, copertura vaccinale insufficiente e aumento dei contatti sociali. “Questo sviluppo – ha sottolineato parlando del nuovo aumento di casi di coronavirus – arriva nell’ambito di una situazione in rapida evoluzione con la variante Delta che preoccupa e in un’area nella quale, nonostante i notevoli sforzi degli Stati membri, milioni di persone non sono ancora vaccinate”.

La variante Delta rappresenterà il 90% dei casi Covid-19 nell’Unione europea ha stimato il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie.

Tutto ciò scatena una serie di conseguenze anche, ovviamente, per l’economia, il cui andamento è condizionato dai contagi e dall’eventuale introduzione di nuove drastiche misure di distanziamento, ha dichiarato il Ministro del Tesoro nel corso del suo intervento all’assemblea generale di Assolombarda.


11 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page